I frutti di bosco: doni di natura.

Condivi questo contenuto e guadagna Biollini!

L’estate, come ogni stagione, ci regala gusti unici con frutti che deliziano il palato, donandoci una varietà di profumi e colori inconfondibili: come i frutti i bosco, un vero mix di sapori!

Buonissimi anche per la salute, basti pensare che già nel 1500 venivano elogiate le loro proprietà benefiche nel Trattato della Natura de’ cibi et del bere (1587 Pisaneli Badassare), i “frutti di bosco” nascono da piante che crescono, appunto, nel sottobosco e che quindi richiedono prevalentemente un clima freddo/ umido. Ma quali sono nello specifico i frutti classificati in questa categoria? Ecco un elenco di quelli abitualmente più consumati:

Mirtillo nero.
Diffuso in Europa, fiorisce a maggio e fruttifera tra luglio e agosto. Se consumato fresco, è consigliabile lavarlo solo quando si è pronti a mangiarlo, perché quella sorta di “polverina” che è presente sulla buccia, lo protegge e ne rallenta il deterioramento. In inglese è definito Billberry, da non confondere con la variante dell’America del Nord Blueberry (seppure appartenente a piante dello stesso genere).

Mirtillo rosso.
Chiamato anche mirtillo palustre o mortella di palude, è presente in due specie: una più comune, diffusa in Europa, e l’altra, di origine americana. Piccolo arbusto sempreverde, ha un gusto più acido rispetto al mirtillo nero, ecco perchè è meno indicato per essere consumato fresco.

Mora
Chiamata anche mora di rovo poiché il rovo è la pianta dalla quale fruttifera, ha un ciclo vegetativo biennale. I primi consumi di more risalgano addirittura a circa 2500 anni fa.

Lampone
La pianta del lampone è una pianta mellifera, una specie prediletta dalle api in quanto particolarmente adatta per la produzione di miele. Ne esistono due varietà: una che produce i frutti due volte all’anno (come le more) e una volta all’anno. I lamponi maturano in tarda estate e inizio autunno.

Ribes
Il più piccolino di tutti è lui, il ribes! Al mondo ne esisono 3 varianti: rossa, nera e bianca. Quest’ultima, rispetto alla variante nera e a quella rossa, ha meno nutrienti rispetto alle altre due.

Fragola
Sì, anche la fragola, nella varietà Fragaria Vesca (fragola di bosco), è considerata un frutto di bosco.Qui trovate 5 curiosità sulle fragole.

Dove è possibile trovare questi frutti tutti insieme? Nella nostra Fiordifrutta Frutti di Bosco!

I frutti di bosco sono utilizzati in cucina in tanti modi diversi per creare accostamenti particolari e fantasiosi che spaziano dal dolce al salato.

Qui vi proponiamo un’eccezionale mini cream tart ai frutti di bosco.
(di Chiara Selenati – blogthatsamoer.it)

*(fonte informazioni: wikipedia.org)

Chiudi

I tuoi Coins guadagnati:

Chiudi

Le tue notifiche:

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per raccogliere dati statistici e per consentire la fruizione di contenuti multimediali.
Se vuoi saperne di più, o modificare le impostazioni sui cookies (fino ad escluderne eventualmente l’installazione), premi qui.
Proseguendo nella navigazione acconsenti all'uso dei cookie.